Mtalmeccanici, Ceccardi: “La svolta ste nei rapporti coi sindacati”

Pubblicato il 30 Settembre 2010 - 09:08| Aggiornato il 1 Ottobre 2010 OLTRE 6 MESI FA

”Abbiamo messo la firma su un documento importante che segna una svolta nelle relazioni industriali”. E’ il commento del presidente di Federmeccanica, Pier Lugi Ceccardi, in un’intervista al Sole 24 Ore, all’accordo sulle deroghe per le aziende metalmeccaniche della galassia Federmeccanica. Il presidente di Federmeccanica giudica positivamente l’accordo per il quale ringrazia ”i sindacati che hanno reso possibile l’intesa”.

Sull’auto, invece, c’è la necessità di aprire un altro tavolo, ”per soddisfare anche altre esigenze non affrontate nel testo firmato”, mentre sui singoli comparti ci sarà una commissione. Quanto all’astensione della Fiom, Ceccardi commenta che ”il sindacato è stato invitato più volte ma preferisce non venire. Rilancio l’invito a partecipare – aggiunge – e a sedersi al tavolo per discutere di imprese e lavoro. L’accordo appena fatto non lede principi e diritti”.

Poi esclude, come sostiene Epifani, che non ci sarà più un contratto nazionale degno di questo nome. ”Con l’intesa ci sarà solo la possibilità – conclude – di dare risposte particolari ad esigenze di determinati settori”.