Milano, pasticceria Cova a Lvmh: la acquistano i francesi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Giugno 2013 14:46 | Ultimo aggiornamento: 27 Giugno 2013 14:47
milano, pasticceria cova a lvmh: la gestiranno i francesi

La pasticceria Cova a Milano

MILANO – Il colosso del lusso francese Lvmh (Louis Vuitton Moët Hennessy S.A.)  si è comprato Cova, storica pasticceria di Milano. Fallita la trattativa con un altro gigante della moda, l’italiano Prada. 

La holding di Bernard Arnault, che si è già aggiudicata un altro marchio del lusso italiano come Bulgari, ha acquisito una partecipazione di maggioranza nel capitale sociale, in cui restano comunque il titolare Mario Faccioli e le figlie Paola e Daniela. In una nota Lvmh ha scritto che l’acquisizione ha “il duplice obiettivo di preservare questa vera e propria istituzione della storia milanese, mantenendo negli attuali spazi la Pasticceria di Via Monte Napoleone, e di sostenere con forza il suo sviluppo a livello internazionale”.

Cova venne fondata nel 1817 da Antonio Cova, soldato di Napoleone che aveva iniziato il mestiere come “offeliere”, cioè pasticcere, in Galleria De Cristoforis. La locazione storica era di fianco al Teatro alla Scala, ma dopo essere stata colpita dai bombardamenti alleati nel 1943, come il vicino Teatro dell’opera, nel 1950 venne trasferita in via Monte Napoleone, nel cuore del quadrilatero della moda.

Negli anni Novanta la pasticceria ha aperto le prime succursali all’estero: nel 1994 è stata inaugurata la prima filiale a Hong Kong, poi a Tokyo e Shanghai.