Mosca propone sconti sul gas a Kiev a patto che entri nell'unione doganale

Pubblicato il 21 Febbraio 2012 11:18 | Ultimo aggiornamento: 21 Febbraio 2012 11:50

KIEV – La Russia e' disposta a far pagare all'Ucraina un prezzo piu' basso per le forniture di gas se aderisce all'Unione doganale con Russia, Bielorussia e Kazakhstan. Lo ha ribadito il presidente della Duma, Serghei Narishkin, durante la sua visita a Kiev per incontrare il presidente ucraino, Viktor Ianukovich, e il premier, Mikola Azarov.

''Parlando di prezzo del gas – ha spiegato Narishkin -, all'interno dell'Unione doganale saranno cancellate le imposte di esportazione sulle forniture energetiche, e questo significa che il prezzo per tutti gli Stati membri sara' lo stesso di quello pagato dai consumatori della Federazione russa''. Da parte sua, Azarov, ieri ha affermato che la proposta di Kiev di aderire all'Unione doganale secondo una formula '3+1'.

L'Ucraina paga a Mosca poco piu' di 400 dollari ogni mille metri cubi di metano, un prezzo che considera ''svantaggioso'', e sta cercando di diversificare le proprie fonti energetiche in modo da dimezzare le importazioni di gas dalla Russia e limitarsi ad acquistare 27 miliardi di metri cubi di gas nel corso del 2012.