Mps, Grilli: “La competenza dei controlli era di Bankitalia”

Pubblicato il 24 Gennaio 2013 13:11 | Ultimo aggiornamento: 24 Gennaio 2013 13:19

 TORINO – Bankitalia non può limitarsi a dire: non sapevamo nulla della situazione Mps. E’ quello che dice, in sostanza, il ministro dell’Economia Vittorio Grilli: ”La situazione di Mps non è una novità, non è un fulmine a ciel sereno. Conoscevamo le sue problematicità già da un anno. Non ho evidenza di problemi in altre banche. Sui controlli dico solo che sono di competenza di Banca d’Italia”.

Giuseppe Mussari, responsabile insieme all’ex dg Antonio Vigni, tra il 2008 e il 2009, delle operazioni di finanza strutturata realizzate dal Montepaschi, si è dimesso mercoledì dal vertice dell’Abi. Al centro della vicenda ci sono contratti ‘tossici’ che adesso costringeranno l’istituto a sottoscrivere ben 3,9 miliardi di Monti bond e a segnare in bilancio una perdita che potrebbe superare i 700 milioni di euro. La banca ha comunque detto di essere in grado di assorbire le conseguenze delle operazioni sui derivati.