Multe auto, Imu, tasse locali… Nuovo condono, ma servono altri due mesi per le delibere dei Comuni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Aprile 2019 19:27 | Ultimo aggiornamento: 23 Aprile 2019 19:29
Multe auto, Imu, tasse locali... Nuovo condono, ma servono altri due mesi per le delibere dei Comuni

Multe auto, Imu, tasse locali… Nuovo condono, ma servono altri due mesi per le delibere dei Comuni

ROMA – C’è anche la riapertura del condono/sanatoria per multe tasse e tributi, stavolta anche locali, nel decreto crescita sul tavolo del Consiglio dei Ministri che si riunisce stasera. C’è dunque l’estensione della rottamazione, della “definizione agevolata” è il termine tecnico, anche alle tasse locali, per cui saranno condonate le sanzioni solo che bisognerà aspettare un paio di mesi perché gli enti locali, Comuni, Regioni, ex Province, abbiano il tempo di deliberare in materia. In pratica si potrà pagare solo l’importo iniziale, senza sanzioni, del non versato tra il 2000 e il 20017.

Una tempistica che incrocia pericolosamente quella elettorale, segnala Il Sole 24 Ore: il 26 maggio 3.900 degli ottomila Comuni italiani saranno impegnati con il voto. Come prevede attualmente l’articolo 15 della bozza approvata «salvo intese» il 4 aprile scorso, gli enti potranno definire, entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto legge crescita, “l’esclusione delle sanzioni” relative alle entrate.

La definizione agevolata riguarda gli anni dal 2000 al 2017. Si introduce, secondo la norma, “la possibilità per gli enti territoriali di disporre la definizione agevolata delle proprie entrate, anche tributarie, non riscosse a seguito di provvedimenti di ingiunzione fiscale, stabilendo l’esclusione delle sanzioni”. (fonte Sole 24 Ore)