Multe: se perdi il ricorso l’importo non raddoppia più. E stop a quelle a strascico sui divieti di sosta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 luglio 2019 10:24 | Ultimo aggiornamento: 10 luglio 2019 12:21
Multe: se perdi il ricorso l'importo non raddoppia più. E stop a quelle a strascico sui divieti di sosta

Multe: se perdi il ricorso l’importo non raddoppia più. E stop a quelle a strascico sui divieti di sosta

ROMA – Finora se facevi ricorso al prefetto ma lo perdevi, l’importo delle multe raddoppiava, un incremento cioè del 100%. Con le novità in discussione sulla riforma del Codice della Strada, il ricorso perso potrebbe valere maggiorazione ma solo per la metà dell’importo (50%), quindi si pagherebbe una volta e mezza l’importo della sanzione base. Se la misura costituiva un disincentivo alla presentazione dei ricorsi, ora (se l’emendamento presentato verrà approvato dal Parlamento) rischia di produrre l’effetto contrario.

Nei centri più grandi infatti le prefetture sono intasate: se, come prevedibile, i ricorsi aumenteranno, aumenterà anche il rischio di sforare i 120 giorni di tempo necessari a formulare le controdeduzioni del caso. Trascorsi i 120 giorni senza una risposta, infatti, il ricorso si considera accolto.

Più difficile, inoltre, potrebbe essere elevare le cosiddette multe a strascico con le  telecamere montate a bordo di auto di servizio che riprendono i veicoli in divieto di sosta: fino ad ora il verbale era stilato in automatico, adesso occorrerà il preavviso di verbale che da sempre nella prassi viene lasciato sotto il tergicristallo. In pratica il lavoro degli agenti verrà rallentato al punto di vanificare l’efficacia delle nuove tecnologie a disposizione. (fonte Sole 24 Ore)

5 x 1000