Multe stradali 2021: dovrebbero calare, inflazione negativa. Pochi spiccioli, ma il governo se li tiene

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Dicembre 2020 13:01 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2020 20:11
Multe stradali 2021

Multe stradali 2021: dovrebbero essere meno care, ma il Governo… (Ansa)

Multe stradali 2021: accade che, non era mai successo, il prossimo anno dovrebbero essere più leggere. Così dice la legge, questo impone l’adeguamento biennale degli importi delle multe al costo della vita. 

Ma, dal momento che da due anni l’inflazione ristagna in territorio negativo, per la prima volta appunto l’adeguamento significa sconto, non rincaro.

Multe stradali 2021: inflazione negativa dovrebbe portare lo sconto

C’entra ovviamente la crisi pandemica, ma insomma sarebbe uno dei suoi pochissimi effetti collaterali positivi, almeno per quanto riguarda le tasche. E, tuttavia, difficile pensare che avremo multe meno care.

Non di chissà quali importi, forse spiccioli (ma sulle multe pesanti, mica tanto): ma pare proprio che il Governo punti a tenerseli. Non adeguando gli importi, sterilizzando le riduzioni previste e lasciandoli invariati.

A novembre l’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, registra una variazione tendenziale nulla su base mensile e una diminuzione dello 0,3% su base annua.

Pochi spiccioli, ma dal Governo nessun segnale di adeguamento

Quindi si conferma il trend della variazione negativa dell’inflazione. Lo sconto sulle multe dovrebbe essere automatico. Sul Sole 24 Ore, Maurizio Caprino e Franca Deponti scommettono su un poco edificante nulla di fatto.

Anche perché non c’è alcun segnale che l’iter legislativo per inserire nella macchina amministrativa l’adeguamento sia partito.

“Dunque, nella migliore delle ipotesi, si rischia un ritardo nell’aggiornamento dei sistemi. Nella peggiore, lo Stato starebbe pensando di “tenersi in tasca” soldi non dovuti. Non tanti, certo.

Ma non sarebbe un buon segno, in tempi di pandemia che hanno messo molti cittadini sul lastrico. Costringendo proprio lo Stato a erogare aiuti, ristori e bonus di ogni tipo”. (fonte Sole 24 Ore)