Multinazionali americane in crisi, si salva il settore della difesa

Pubblicato il 23 aprile 2009 16:10 | Ultimo aggiornamento: 24 aprile 2009 11:41

La difesa non conosce crisi. Secondo quanto riportato oggi dai resoconti di chiusura del primo trimestre della Northrop Grumman Corporation, multinazionale americana specializzata nel campo aerospaziale della difesa, il bilancio è in attivo. La società ha avuto un incremento del profitto pari al 47 per cento e si attende un’ulteriore crescita. Una tendenza positiva in contrasto con quella generale di perdita per le aziende specializzate in altri campi.

La General Electric, comunque ottimista per il futuro, ha chiuso il primo trimestre con un utile per azione di 26 cent (2,74 miliardi di dollari), meglio dei 21 cent attesi dagli analisti, ma in calo del 36% rispetto a un anno prima. La multinazionale ha inoltre annunciato che nel 2009 ridurrà i costi di oltre 5 miliardi di dollari.

Da parte sua la Morgan Stanley, una banca d’affari (ossia un istituto di credito che, diversamente delle banche commerciali, non permette depositi ma offre servizi e specula con elevato rischio), ha comunicato di avere terminato i primi tre mesi del 2009 con una perdita di 177 milioni di dollari, nettamente peggiore rispetto alle attese del mercato.

Stessa sorte anche per eBay, che ha chiuso il primo trimestre del 2009 con ricavi per 2,02 miliardi di dollari, in calo dell’8% rispetto ai 2,19 miliardi registrati negli stessi mesi dello scorso anno.

Giulia De Luca
Scuola Superiore di Giornalismo Luiss Guido Carli