Mutui: le banche tornano a far credito, aumenta la richiesta, scendono i tassi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Maggio 2014 12:43 | Ultimo aggiornamento: 19 Maggio 2014 12:43
Mutui: le banche tornano a far credito, aumenta la richiesta, scendono i tassi

Mutui: le banche tornano a far credito, aumenta la richiesta, scendono i tassi

ROMA – Mutui: le banche tornano a far credito, aumenta la richiesta, scendono i tassi. Se tre indizi fanno una prova (più mutui erogati, maggiore domanda, più investimenti e offerte), le banche, almeno nel comparto immobiliare stanno, come si dice, riaprendo i cordoni della borsa e si preparano ad erogare mutui con più facilità, approfittando fra l’altro del fatto che nell’immediato futuro il denaro dovrebbe continuare a costare poco.

Mutui, +20% rispetto al 2013. Nei primi tre mesi del 2014 i nuovi mutui per l’acquisto delle abitazioni hanno registrato un incremento superiore al 20% sul 2013. E’ un segnale positivo, ma anche un dato che va interpretato: il balzo si piega con l’eccezionale momento congiunturale seguito a tre ani di crisi nera e 6 di contrazione, vanno comprese le surroghe (il diritto per il debitore di contrattare il debito con un’altra banca a condizioni migliori), la circostanza che in molti hanno differito al 2014 l’acquisto della casa per scontare una tassazione più favorevole.

Aumenta la domanda. Le richieste di mutui sono in crescita rispetto allo scorso autunno e nei primi 4 mesi del 2014 hanno registrato una variazione positiva del 10,4% rispetto allo stesso periodo del 2013. L’incremento è ancora più significativo se confrontato con i prestiti personali, che continuano a scendere. Non tutte le richieste andranno in porto ma i dati si riferiscono a richieste di cui si è accertata una prima sostenibilità, per cui è ragionevole ipotizzare che alla fine verranno soddisfatte.

Scendono i tassi. I mutui a tasso fisso si attestano mediamente sotto il 5%, quelli a tasso variabile al 2,58% (mutuo da 100mila euro per 20 anni).