Nintendo: guadagni in calo per la prima volta in sei anni

Pubblicato il 6 Maggio 2010 14:50 | Ultimo aggiornamento: 6 Maggio 2010 15:16

Guadagni annuali in calo per la prima volta in sei anni per Nintendo, anche a causa della diminuzione delle vendite di Wii e DS e dello yen forte. La casa “madre” di videogiochi di successo come Super Mario o i Pokemon e della Wii ha chiuso a fine marzo l’anno fiscale con un utile netto di 228,6 miliardi di yen (due miliardi e mezzo di dollari), in calo del 18% rispetto all’anno prima, con vendite diminuite del 22%.

Non sono rosee nemmeno le previsioni per il prossimo anno fiscale, che si chiuderà nel marzo 2011: per allora l’azienda si aspetta guadagni in calo del 12,5%. In un anno sono state vendute 20 milioni e mezzo di Wii, (sei milioni in meno dell’anno prima), 27,1 milioni di Nintendo DS (-13%).

Giù anche le vendite dei software: quelle per DS sono scese del 23% a 151,6 milioni di unità in tutto il mondo, mentre le vendite di giochi per la Wii sono calate del 6% a 191,8 milioni di copie. Pesa sull’andamento dei conti di Nintendo l’accesa competizione con le rivali Microsoft e Sony, anche se l’azienda spera che il prossimo lancio delle console portatili 3D, senza occhialetti, possa stimolare nuove vendite. Per il prossimo anno fiscale la compagnia di Osaka pensa di vendere 30 milioni di Nintendo DS e 18 milioni di Wii.