Nissan ritira oltre 500 mila auto: difetti ai freni e all’indicatore del carburante

Pubblicato il 4 Marzo 2010 18:01 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2010 18:01

Non c’è pace per le case automobilistiche giapponesi. Dopo la Toyota e la Honda è la Nissan ad annunciare il richiamo di 539.864 veicoli nel mondo, soprattutto negli Stati Uniti, per problemi ai freni e all’indicatore del carburante. Lo ha comunicato la stessa casa automobilistica giapponese.

Il primo problema, un asse del pedale del freno difettoso, riguarda 204.785 esemplari dei modelli Titano, Armada, Quest e Infiniti QX56.

Il secondo problema, un indicatore del carburante mal tarato, influisce su 472.118 veicoli dei modelli Titano, Armada, Infiniti QX56, Frontier, Pathfinder e Xterra. Alcuni veicoli sono interessati da entrambi i problemi, ha precisato Nissan. «Nessun incidente o ferito è stato segnalato a causa di questi malfunzionamenti», si è affrettata a comunicare la casa automobilistica nipponica.