Nokia, licenziamenti: 115 esuberi tra Cassina de Pecchi, Roma e Napoli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 ottobre 2014 9:02 | Ultimo aggiornamento: 4 ottobre 2014 9:02
Nokia, licenziamenti: 115 esuberi tra Cassina de Pecchi, Roma e Napoli

Nokia, licenziamenti: 115 esuberi tra Cassina de Pecchi, Roma e Napoli (foto Lapresse)

MILANO – Nokia licenzia da Nord a Sud: la società ha inviato 115 lettere di licenziamento ad altrettanti lavoratori delle sedi di Cassina de Pecchi (Milano), Roma e Napoli.

Sono i sindacati a farlo sapere in una nota che spiega come la maggior parte dei licenziamenti interessa la sede in provincia di Milano, davanti alla quale è già stato indetto un presidio per lunedì 6 ottobre con lo scopo di bloccare tutte le attività della multinazionale.

L’obiettivo è “il ritiro di tutte le lettere da parte dell’azienda che – spiega la Rsu – non ha avuto bisogno del Jobs Act o delle modifiche all’articolo 18 per licenziare 115 persone, dopo averne cancellate 2.500 in 7 anni”.

In un primo momento gli organi di stampa (sempre grazie alle fonti in ambito sindacale) avevano parlato di 154 esuberi. 115 sono di meno ma sono pur sempre più di 100 famiglie.