Ntv. Italo si appella a Renzi: “Difendici da FS e dai politici”. Lettera aperta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 settembre 2014 13:07 | Ultimo aggiornamento: 3 settembre 2014 13:07
Ntv. Italo si appella a Renzi: "Difendici da FS e dai politici". Lettera aperta

Ntv. Italo si appella a Renzi: “Difendici da FS e dai politici”. Lettera aperta

ROMA – Ntv. Italo si appella a Renzi: “Difendici da FS e dai politici”. Lettera aperta, “Il presidente del Consiglio e i viaggiatori devono sapere”: è il titolo della lettera, pubblicata a pagamento sui principali quotidiani nazionali, che Ntv (Nuovo trasporto viaggiatori) indirizza “a tutti gli italiani e agli oltre 6,5 milioni di viaggiatori che grazie alla concorrenza possono finalmente scegliere di viaggiare in treno, non solo con le Ferrovie dello Stato, ma anche con Italo e apprezzarne la qualità del servizio e il comfort del treno più moderno d’Europa”.

La lettera giunge il giorno dopo lo scontro’ innescato dai tweet (“”Italo treno ma che promozioni, presto chiuderete“;”siete quasi falliti, rischioso comprare i biglietti venduti da Della Valle & Montezemolo”) del vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri (il presidente Pericone querela e definisce il tweet “gravissimo e vergognoso”).

Ntv parla, tra l’altro, della “strumentale battaglia con ogni mezzo contro la concorrenza” cominciata dall’avvio della sua attività e dei “costi altissimi del pedaggio” e sostiene che “gran parte del mondo politico, che con il monopolio spesso condivide privilegi e reciproci favori, non è mai intervenuto per tutelare il rispetto delle regole”.

Di qui, l’appello finale: “Caro presidente e cari viaggiatori, sappiate che Ntv, nonostante tutto, continua ad operare con sempre maggiore determinazione e crede più di prima alla sfida della concorrenza, ma ora come non mai occorre la piena attenzione del presidente del Consiglio Matteo Renzi e dei ministri competenti, affinché prendano ogni opportuna iniziativa, nel rispetto dell’imparzialità e del libero mercato tante volte evocato dai politici”.