Usa, La Times. Obama vede papa Francesco come alleato in economia

Pubblicato il 27 Dicembre 2013 10:29 | Ultimo aggiornamento: 27 Dicembre 2013 10:29
Papa Francesco

Papa Francesco

USA, WASHINGTON – Barack Obama mette in risalto visioni comuni tra lui e il Papa”. Titola cosi’ il Los Angeles Time sottolineando il feeling che sembra essere sbocciato tra l’inquilino della Casa Bianca e il Pontefice, almeno sul terreno sociale ed economico. Al riguardo, il giornale rivela un aneddoto gustoso: il mese scorso, dopo aver ricevuto da un suo collaboratore la bozza di un discorso in tema economico, Obama lo ha rimandato indietro con una richiesta inedita: ”aggiungi un riferimento al Papa”.

E cosi’ e’ stato, visto che nella versione finale, il presidente ha citato una frase recente di Francesco, quella in cui il Papa si lamentava del fatto che ”nessuno parla di un anziano senza tetto che muore al freddo, mentre fa notizia che la Borsa abbia perso due punti”. Tra i due non c’e’ ancora stato in effetti alcun contatto diretto. Tuttavia, fonti vicine al presidente raccontano come Obama segua con interesse e ammirazione ogni discorso che viene dal successore di Pietro.

Ed e’ evidente come Obama consideri il Vescovo di Roma un alleato molto utile nella battaglia ideale per ridurre le disuguaglianze tra ricchi e poveri. Una vicinanza che potrebbe far migliorare un rapporto da sempre difficile tra l’inquilino della Casa Bianca e i vescovi americani: basti pensare agli scontri, anche giudiziari, su temi come quello della copertura medica dei contraccettivi. Ma che – sebbene utile a cavalcare la popolarità del Pontefice per cercare di recuperare consensi – va al di là di convenienze esclusivamente elettorali. La speranza di Obama secondo la stampa è infatti creare, anche grazie al Papa, un clima diverso negli Usa, magari in vista del dibattito sulla riforma migratoria, tema che sta molto a cuore agli 11 milioni di clandestini, in larghissima misura ‘latinos’ e quasi tutti cattolici.

5 x 1000

Papa Francesco e le sue idee sull’economia innervosiscono però la destra americana. All’inizio fu Rush Limbaugh, il noto commentatore radiofonico ultra-estremista, a chiamarlo ”marxista”. Ora pero’ sono in tanti all’interno del partito repubblicano, tra cui Paul Ryan, Peter King e John McCain, che criticano apertamente le posizioni del Papa contro un mercato senza regole. E la Fox News lo bolla come ”l’Obama della Chiesa Cattolica”, frase che per la tv piu’ conservatrice d’America non e’ certo un complimento.