Ocse: la ripresa c’è ma non è sufficiente a tagliare la disoccupazione

Pubblicato il 7 Aprile 2011 14:42 | Ultimo aggiornamento: 7 Aprile 2011 15:36

ROMA – La ripresa dell’economia mondiale è ”in corso ma resta irregolare. Le economie di mercato emergenti stanno crescendo fortemente mentre lo sviluppo nelle economie dell’Ocse e’ ancora insufficiente a ridurre significativamente la disoccupazione dal picco post-crisi, con tutti i relativi costi umani e sociali”. Lo evidenzia il capo economista dell’Ocse, Pier Carlo Padoan, nell’introduzione al Rapporto ‘Going for Growth’ diffuso oggi a Budapest. La ”principale sfida” per i governi dei Paesi Ocse ora e’ ”passare da una ripresa assistita a una crescita capace di sostenersi da sola”.

Le notizie sull’Italia non sono incoraggianti. Il prodotto interno lordo pro-capite e la produttività in Italia ”hanno continuato a registrare un calo rispetto alla metà superiore dei Paesi Ocse” e nel quinquennio 2004-2009 c’è stata una diminuzione media annua del Pil pro-capite di 0,2 punti; in dieci anni invece, dal 1999 al 2009, la crescita media annua è stata di mezzo punto.