Pagobancomat dall’avvocato dal 30 giugno: sì obbligo di Pos. Tar blocca rivolta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Maggio 2014 14:05 | Ultimo aggiornamento: 6 Maggio 2014 15:08
Pagobancomat dall'avvocato: sì obbligo di Pos. Tar blocca rivolta professionisti

Pagobancomat dall’avvocato: sì obbligo di Pos. Tar blocca rivolta professionisti

ROMA – Pagobancomat dall’avvocato: sì obbligo di Pos. Tar blocca rivolta professionisti. A partire dal 30 giugno professionisti e imprese che emettono fatture superiori a 30 euro devono obbligatoriamente consentire ai clienti il pagamento tramite bancomat: per questo devono approntare entro quella data i dispositivi Pos che rendono possibili i pagamenti.

Le associazioni di categoria hanno provato a fare opposizione al provvedimento: il 30 aprile, tuttavia, il Tar ha respinto l’ultimo ricorso degli architetti che contestavano una norma considerata costosa e vessatoria.

Nulla di tutto ciò secondo il Tar che ha definito la spesa per i Pos (a fronte della quale sono vietati sovraprezzi)”non irreparabile” da un punto di vista economico. Il provvedimento vale per tutti, secondo il decreto del 24 gennaio 2014, architetti inclusi.