Paradisi fiscali: la lista nera è già vuota. Lo dice l’Ocse

Pubblicato il 7 Aprile 2009 14:44 | Ultimo aggiornamento: 7 Aprile 2009 14:44

Filippine, Malaysia, Costa Rica e Uruguay, hanno sottoscritto l’impegno a rispettare gli standard internazionali in materia fiscale: per questo motivo l’Ocse li ha depennati dalla lista nera dei paesi non cooperativi, appena stilata durante l’ultimo G20. Era la decisione adotatta per regolamentare il problema dei paradisi fiscali.

Lo ha annunciato il segretario dell’Ocse Angel Gurria in una conferenza stampa a Parigi. A questo punto la lista nera rimane vuota.

La Svizzera ha confermato di voler rinegoziare le norme sul segreto bancario con gli Stati Uniti, con la Francia e il Giappone. Sono 70 gli accordi bilaterali che legano attualmente la Svizzera ad altrettanti paesi in materia fiscale.