Partite Iva: non si pagherà più saldo e acconto ma 12 rate mensili. Governo pronto

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 Giugno 2021 9:48 | Ultimo aggiornamento: 21 Giugno 2021 10:56
Partite iva: non si pagherà più saldo e acconto ma 12 rate mensili. Governo pronto

Partite iva: non si pagherà più saldo e acconto ma 12 rate mensili. Governo pronto (Foto Ansa)

Partite Iva, addio a saldo e acconto in due tranche l’anno per il versamento delle imposte: presto si potrebbe pagare in 12 rate mensili. Si tratta di un cambiamento caldeggiato dalla Lega, che vede concordi anche Italia Viva e M5S, e che è stato annunciato dalla vice ministra dell’Economia Laura Castelli.

Partite Iva, verso l’uscita graduale dalla flat tax al 15%

E potrebbe non essere l’unica novità in arrivo per i lavoratori autonomi: in vista della prossima legge delega, Parlamento e governo starebbero studiando anche una “uscita graduale” dalla flat tax al 15% per le partite Iva con fatturato oltre i 65mila euro. Tra le ipotesi, quella di innalzare il tetto della platea a 100.000 euro di ricavi con un forfait del 20%. 

Cash Flow Tax: tasse diluite in 12 rate per le partite Iva

Già l’anno scorso l’allora ministro dell’Economia Roberto Gualtieri aveva annunciato in Parlamento una possibile riscrittura del calendario dei versamenti nel segno di un sistema basato sulla certezza di tempi e adempimenti e di una diluizione durante l’anno degli importi da versare, calcolati in base a quanto effettivamente incassato da parte delle partite Iva.

Il nuovo sistema, chiamato Cash Flow Tax, comporterebbe di dover fare non più due ma dodici calcoli all’anno.