La Patrimoniale votata in Svizzera: prelievo sui c/c per aiutare i disoccupati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Ottobre 2013 10:54 | Ultimo aggiornamento: 14 Ottobre 2013 10:58
La Patrimoniale votata in Svizzera: prelievo sui c/c per aiutare i disoccupati

Il colosso bancario svizzero Ubs (Foto Lapresse)

BERNA –  Patrimoniale per aiutare i disoccupati: un prelievo forzoso dell’1% sui conti correnti superiori a 250mila euro per finanziare gli ammortizzatori sociali. Ma gli italiani possono stare tranquilli: succede in Svizzera. 

La misura scatterà il 1° gennaio del 2014. L’obiettivo, come spiega Franco Zantonelli su Repubblica, è di raccogliere circa 100 milioni di franchi all’anno (circa 80 milioni di euro) per sanare un disavanzo da 4 miliardi.

Berna pensa di poter così riportare i conti del fondo degli ammortizzatori per disoccupati in ordine in 15 anni. Ultimamente il fondo ha conosciuto un crollo, seguito all’aumento del tasso disoccupazione, che in Svizzera è al 3%. Pochissimo rispetto al 12% italiano. Ma molto per la confederazione elvetica, abituata fino agli anni Novanta a tassi inferiori all’1%.

Come in Italia, però, anche in Svizzera la misura è stata accolta da critiche bipartisan: l’Udc di destra ha gridato allo scandalo, i Verdi hanno chiesto un prelievo del 2,2%. A differenza dell’Italia, però, le critiche non fermano la misura.