--

Pensioni. Dal 2016, 4 mesi in più per prenderla: donne, uomini, pubblici, privati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Dicembre 2014 10:02 | Ultimo aggiornamento: 30 Dicembre 2014 12:33
Pensioni. 4 mesi in più per accedervi dal 2016: donne, uomini, pubblici, privati

Pensioni. 4 mesi in più per accedervi dal 2016: donne, uomini, pubblici, privati

ROMA – Pensioni. 4 mesi in più per prenderla dal 2016: donne, uomini, pubblici, privati. Dal primo gennaio del 2016 (manca ancora un anno) serviranno 4 mesi di lavoro in più prima di poter andare in pensione. A quella data scatta infatti il prossimo adeguamento all’aspettativa di vita (che si allunga).

Dipendenti maschi pubblici e privati, donne del pubblico. I dipendenti maschi pubblici e privati e gli autonomi dovranno aggiungere questi 4 mesi ai 66 anni e tre mesi d’età (e agli almeno 20 anni di contribuzione nei casi i cui si possa chiedere il ritiro anticipato), requisiti minimi fino al 31 dicembre 2015 per andare in pensione. Vale anche per le dipendenti donna del pubblico.

Dipendenti donna private e autonome. Le dipendenti del privato, invece, scontano un piano di armonizzazione diverso e più oneroso (in termini temporali): da 63 anni e 9 mesi, valido fino al termine del 2015, a 65 anni e 7 mesi. Le lavoratrici autonome passeranno dagli attuali 64 anni e 9 mesi a 66 anni e un mese dal primo gennaio 2016.

Si potrà chiedere di restare in servizio fino a 70 anni e 7 mesi. 4 mesi in più rispetto agli attuali requisiti eleveranno anche la soglia massima di età entro cui si può chiedere di restare ancora in servizio: dal 2016 sarà di 70 anni e 7 mesi.

Pensione di vecchiaia (chi ha iniziato dopo il 1995). Per chi ha iniziato a lavorare dopo il 1995 (sistema esclusivamente contributivo) ai requisiti minimi per accedere alla pensione di vecchiaia si debbono aggiungere 4 mesi: si passa da 63,3 mesi a 63,7.

Pensione anticipata. Dal 2016 il requisito salirà a 42 anni e dieci mesi per gli uomini e a 41 anni e dieci mesi per le donne. Sterilizzate nel frattempo fino al 2017 le penalizzazioni economiche per chi ha meno di 62 anni.