Economia

Pensioni, accredito mensile: dal 2017 il secondo giorno bancabile

Pensioni, accredito mensile: dal 2017 il secondo giorno bancabile

Pensioni, accredito mensile: dal 2017 il secondo giorno bancabile

ROMA – Pensioni, dal 2017 cambierà il giorno dell’accredito mensile: non più il primo ma il secondo giorno bancabile.

Si tratta di una novità importante per il 2017 sul fronte delle pensioni: a partire dal primo gennaio, infatti, l’accredito mensile verrà fatto non più dal primo giorno bancabile, ma dal secondo.

Potrebbero essere in arrivo disagi e conseguenze negative per i pensionati: gli utenti delle Poste potrebbero ricevere i soldi in anticipo di due giorni rispetto a quelli delle banche (perché sono aperte anche al sabato).

A comunicarlo è l’Inps, che precisa come a partire da giugno 2015 il pagamento di tutte le prestazioni sia stato unificato come stabilito dalla legge. La modifica prevista per il 2017 avrà però alcune conseguenze negative, tra cui la differenza nel giorno del versamento. Le Poste, rispetto alle banche, sono aperte anche al sabato: questo vuol dire che gli utenti delle prime potranno ricevere i soldi in anticipo anche di due giorni, rispetto ai secondi.

Ecco il calendario dei versamenti.

  • Martedì 3 gennaio 2017 sia per Poste Italiane che per gli Istituti di Credito
  • Giovedì 2 febbraio 2017 sia per Poste Italiane che per gli Istituti di Credito
  • Giovedì 2 marzo 2017 sia per Poste Italiane che per gli Istituti di Credito
  • Lunedì 3 aprile 2017 per Poste Italiane Martedì 4 aprile per gli Istituti di Credito
  • Martedì 3 maggio 2017 sia per Poste Italiane che per gli Istituti di Credito
  • Sabato 3 giugno 2017 per Poste Italiane e Lunedì 5 giugno 2017 per gli istituti di Credito
  • Lunedì 3 luglio 2017 per Poste Italiane e Martedì 4 luglio 2017 per gli Istituti di Credito
  • Mercoledì 2 agosto 2017 sia per Poste Italiane che per gli Istituti di Credito
  • Sabato 2 settembre 2017 per Poste Italiane e lunedì 4 settembre per gli Istituti di Credito
  • Martedì 3 ottobre 2017 sia per Poste Italiane che per gli Istituti di Credito
To Top