Pensioni, “ai dipendenti parlamentari 140mila euro l’anno, il quadruplo del versato”

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 settembre 2017 5:00 | Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2017 6:12
Pensioni, "ai dipendenti parlamentari 140mila euro l'anno, il quadruplo del versato"

Pensioni, “ai dipendenti parlamentari 140mila euro l’anno, il quadruplo del versato”

ROMA – Ai dipendenti parlamentari pensioni da 140mila euro l’anno, il quadruplo di quanto versato: le cifre arrivano dai bilanci preventivi per il 2017 della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica, riportate da Lucia Mosca su La Notizia.net.

Secondo quanto riferisce il quotidiano online,

a Montecitorio quest’anno si spenderanno oltre 283 milioni di Euro dei contribuenti per pagare le maxi pensioni dei dipendenti (che percepiranno circa 140 mila € in media a testa) mentre a Palazzo Madama quest’anno si spenderanno  circa 146 milioni di Euro dei contribuenti per pagare le maxi pensioni dei dipendenti (che percepiranno circa 150 mila € in media a testa).

Questi contributi, “pagati per lo più anch’essi con i fondi dei due rami del Parlamento provenienti dalle tasche dei cittadini”, ammontano ad appena un quarto delle uscite.

Continua Lucia Mosca:

Cos’altro dire su questo ennesimo scandalo della casta del magna magna, tutelata dal medioevale istituto della autodichia per cui nei citati organi costituzionali – ovvero Camera, Senato, Presidenza della Repubblica e Corte Costituzionale – i dipendenti giudicati sono gli stessi giudici di sé stessi, con le conseguenze che è facile immaginare, anch’esse a spese invariabilmente dei contrribuenti?

Resta solo da aggiornare lo slogan che nel maggio del ’68 veniva vergato a Parigi sui muri della Sorbona con la scritta “Una risata vi seppellirà”: nella triste e disgustosa Italia dei privilegiati di oggi verrebbe da scrivere “Un conato di vomito vi travolgerà”.