Pensioni, Cazzola: “No al terrorismo, gli esodati sono salvaguardati”

Pubblicato il 30 Marzo 2012 10:16 | Ultimo aggiornamento: 30 Marzo 2012 10:29

ROMA – Non bisogna ''creare allarmismi piu' del necessario'' ne' fare ''terrorismo mediatico ingiustificato'' perche' per gli 'esodati' nella riforma delle pensioni e' prevista ''una clausola di salvaguardia che va a sbattere sugli ammortizzatori sociali''. Lo afferma in una intervista ad Avvenire Giuliano Cazzola, esponente del Pdl, secondo il quale pero' ''c'e il rischio che sia necessario aumentare il costo del lavoro non per migliorare le tutele ma per coprire il buco dei derogati''.

Con il Milleproroghe, ricorda Cazzola, ''si e' allargato il perimetro'' della transizione da un regime all'altro, agli 'esodati', ''solo che non e' stata adeguata la copertura finanziaria'' prevedendo di ''riesaminare la materia in un decreto ministeriale da varare entro giugno''. E, osserva, ''si sono anche individuate le eventuali forme di copertura attraverso un aumento delle aliquote degli ammortizzatori sociali''.