Pensioni: col blocco risparmio di 3 mld. In un solo mese debito pubblico +15 mld

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Maggio 2015 11:55 | Ultimo aggiornamento: 16 Maggio 2015 16:08
Pensioni: col blocco risparmio di 3 mld. In un solo mese debito pubblico +15 mld

Pensioni: col blocco risparmio di 3 mld. In un solo mese debito pubblico +15 mld

ROMA – Pensioni: col blocco risparmio di 3 mld. In un solo mese debito pubblico +15 mld., a quota  2.184,5 miliardi. Tre miliardi in totale è costato ai pensionati sopra tre volte il trattamento minimo il blocco delle indicizzazioni, o, come si preferisce, tre miliardi è stato il risparmio realizzato dall’Inps all’epoca della stretta imposta dal Governo Monti nel pieno dell’emergenza finanziaria italiana. Di 15 miliardi è invece aumentato nell’ultimo mese (marzo su febbraio) il debito pubblico nazionale, come ha riferito la Banca d’Italia.

E’ un semplice confronto di numeri, ognuno può fare le considerazioni che ritiene opportune. Anche quella per cui, a prescindere dalla sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittime tempi ed entità del blocco, la volontà di non restituire tutto a tutti i pensionati sembra fondarsi più su valutazioni ideologiche piuttosto che contabili.

Il blocco dell’indicizzazione delle pensioni tre volte sopra il minimo Inps ha avuto un impatto, al netto delle tasse, di circa 3 miliardi a regime. E’ quanto si evince dalla relazione tecnica del decreto Salva Italia, che conteneva la misura: per il 2012 la minore spesa è stata stimata in 1,83 miliardi (2,45 al lordo), che diventano 3,11 (4,21 al lordo) nel 2013 e 2014, per essere limati ancora attorno sempre ai 3 miliardi netti nel triennio 2015-2017. Le pensioni sopra 3 volte il minimo rappresentano il 54% del monte pensioni. (Ansa)