Inps, Mastrapasqua: “Meno di 30mila pensionati non hanno ancora un conto”

Pubblicato il 2 Luglio 2012 11:04 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2012 11:12

ROMA – ”Erano 600.000, ora sono poco meno di 30.000 le persone, i pensionati che ancora non hanno provveduto ad aprire il conto o il libretto a risparmio: hanno tempo ancora tre mesi per farlo”. A dirlo a ‘L’economia in tasca-Gr Rai’ e’ il presidente dell’Inps, Antonio Mastrapasqua, in merito alle nuove norme entrate in vigore dal 1° luglio per l’accredito delle pensioni al di sopra dei 1000 euro.

Nel corso della trasmissione il presidente dell’Inps e’ tornato anche sulle polemiche che hanno visto coinvolto l’istituto e il ministero del Lavoro sul caso-esodati e sulla platea di questi lavoratori.

Alla domanda se si rimproveri qualcosa, se l’Inps avrebbe dovuto agire diversamente, Mastrapasqua risponde: ”No, l’Inps e’ una grande istituzione del Paese, non deve e non puo’ essere coinvolta nelle polemiche; anzi ringrazio i lavoratori e le lavoratrici dell’Istituto che ogni giorno svolgono un servizio essenziale per il Paese”.