Pensioni: rimborso. Ad agosto 800 euro per quelle da 1500

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Giugno 2015 13:47 | Ultimo aggiornamento: 29 Giugno 2015 10:44
Pensioni. Inps: i rimborsi anche agli eredi, con domanda. La circolare

Pensioni. Inps: i rimborsi anche agli eredi, con domanda. La circolare

ROMA – Rimborso da 796 euro per le pensioni da 1500 euro. Si tratta dei pensionati a cui erano stati tolti soldi per il blocco della perequazione. Blocco che è stato dichiarato illegittimo dalla Corte Costituzionale, che ha sancito anche i rimborsi.

I rimborsi per le pensioni superiori a tre volte il minimo bloccate dal Salva Italia, previsti dal decreto legge del Governo spettano anche alle pensioni ”che al momento della lavorazione risulteranno eliminate. Il pagamento delle spettanze agli aventi titolo sarà effettuato a domanda nei limiti della prescrizione”. Lo comunica l’Inps nella circolare 125 del 25 giugno 2015,  al punto 6 (leggi qui il testo integrale).

I pensionati con redditi da pensione pari a 1.500 euro al momento della sentenza della Consulta che dichiarava illegittimo il blocco della perequazione deciso dal Salva Italia avranno il prossimo primo agosto un rimborso una tantum per il periodo gennaio 2012- agosto 2015 di 796 euro.

Lo calcola l’Inps in un allegato alla stessa circolare esplicativa del decreto del Governo. La base della pensione sarà pari a 1.525 euro mensili da agosto 2015 e di  1.541 euro da gennaio 2016. La ricostituzione dei trattamenti avviene ”d’ufficio”, non è necessaria la domanda.

Tassazione separata per i rimborsi 2012-2014. Le somme erogate dall’Inps a titolo di rimborsi per il mancato adeguamento all’inflazione delle pensioni superiori a tre volte il minimo negli anni 2012-14 saranno assoggettate a tassazione separata. Le somme maturate dal 2015 saranno assoggettate a tassazione ordinaria.