Pensioni invalidità. Inps: la perdi se non vai alla visita

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Settembre 2015 12:22 | Ultimo aggiornamento: 24 Settembre 2015 12:22
Pensioni invalidità. Inps: la perdi se non vai alla visita

Pensioni invalidità. Inps: la perdi se non vai alla visita

ROMA –  A partire dal prossimo mese di ottobre, l’Inps “procederà alla sospensione delle prestazioni economiche di invalidità i cui titolari sono stati convocati a visita di revisione dal mese di marzo 2015 e sono risultati assenti ingiustificati”. Lo fa sapere lo stesso Istituto, riferendosi ai casi in cui è richiesto un nuovo accertamento sanitario, precisando che le sospensioni “riguarderanno unicamente le convocazioni regolarmente effettuate” e prevedendo la possibilità di un’altra data se l’assenza è per cause gravi.

“Le sospensioni – spiega l’Inps in una nota – riguarderanno unicamente le convocazioni regolarmente effettuate. In tutti gli altri casi nei quali la spedizione abbia fatto registrare anomalie nella consegna (indirizzi insufficienti, sconosciuti o errati), prima di procedere alla sospensione sarà effettuata presso le sedi territoriali una puntuale verifica della correttezza degli indirizzi comunicati dagli assistiti e registrati nelle banche dati dell’Istituto”.

Inoltre, prosegue l’Istituto di previdenza, “nel caso in cui l’assenza a visita sia stata determinata da cause di particolare gravità che ne abbiano reso impossibile la tempestiva comunicazione alla competente Commissione medico-legale, i soggetti destinatari del provvedimento di sospensione potranno prendere contatti con la Commissione stessa per verificare la possibilità di concordare una nuova visita”.