Pensioni, quota 100: il testo definitivo del decreto legge modificato

di Dini Casali
Pubblicato il 20 marzo 2019 11:39 | Ultimo aggiornamento: 20 marzo 2019 11:39
Pensioni, quota 100: il testo definitivo del decreto legge modificato

Pensioni, quota 100: il testo definitivo del decreto legge modificato

ROMA – Sul sito della Camera è stato pubblicato il testo definitivo che contiene tutte le ultime modifiche del decreto legge (clicca qui) sulle pensioni e che introduce la quota 100 per l’anticipo dell’uscita dal lavoro: è il testo sul quale il Governo ha posto la fiducia e che sarà votato stasera.

Intanto sono 96.263 le domande arrivate all’Inps per l’accesso alla pensione anticipata con la cosiddetta Quota 100. Lo fa sapere l’Inps sottolineando che oltre un terzo (34.353) sono arrivate da dipendenti pubblici. Dopo un avvio più sostenuto nelle ultime due settimane sono arrivate solo 15.000 domande (erano 81.000 quelle arrivate fino al 5 marzo). Circa un terzo (oltre 32.000) sono giunte da lavoratori con meno di 63 anni. Le prime uscite sono previste per il primo aprile.

ADDIO FINESTRE PER PENSIONAMENTO LAVORATORI GRAVOSI – Per l’accesso all’ape social e alla pensione con quota 41 a chi esercita professioni gravose non servirà più aspettare la finestra di 3 mesi dalla maturazione dei requisiti.

ASSUNZIONI NELLA SANITÀ PER COPRIRE BUCHI QUOTA 100 – Gli enti e le aziende del servizio sanitario nazionale potranno avviare le procedure per l’assunzione non solo del personale già uscito per pensionamento ma anche di quello che si prevede in uscita in corso d’anno. Da luglio sono concesse oltre 500 assunzioni anche ai Beni culturali. (fonte Ansa)