Pensioni, riscatto laurea agevolato anche sui periodi ante-1996. Requisiti, costi, quota 100

di Warsamé Dini Casali
Pubblicato il 7 Febbraio 2020 10:17 | Ultimo aggiornamento: 7 Febbraio 2020 10:17
Pensioni, riscatto laurea agevolato anche sui periodi ante-1996. Requisiti, costi, quota 100

Pensioni, riscatto laurea agevolato: requisiti e costi (Ansa)

ROMA – Potranno chiedere il riscatto della laurea agevolato sulla base di quanto previsto dal Decretone del 2019 anche le persone che hanno studiato negli anni precedenti al 1996. Purché in sede di richiesta della pensione opzionino il calcolo interamente contributivo.

Questa richiesta è irrevocabile. L’onere per il riscatto in quest’ultimo caso prevede il calcolo con il criterio dell’aliquota percentuale piuttosto che con quello più costoso della riserva matematica.

Per poter accedere al riscatto agevolato è necessario che il lavoratore sia iscritto con almeno un contributo versato a una delle gestioni Inps (non vale l’iscrizione a una cassa professionale). Ogni anno di riscatto costa 5.260 euro, se la richiesta giunge nel 2020.

Riscatto laurea anche periodi ante-1996

Il chiarimento riguarda i rapporti tra l’opzione per il sistema contributivo e il riscatto dei periodi assicurativi precedenti il 1996. Il riscatto di questi periodi normalmente utilizza il metodo della riserva matematica e dà luogo a quote di pensione calcolate con il sistema retributivo.

L’Inps chiarisce il caso del lavoratore che prima del riscatto opta per il sistema contributivo (per es. opzione donna). In questa ipotesi il lavoratore decide di rinunciare al calcolo retributivo delle quote di pensione anteriori al 31 dicembre 1995. E questa scelta pesa sul calcolo dell’onere di riscatto dei periodi temporali precedenti il 1996.

In questo caso, il riscatto verrà calcolato – al pari di quanto avviene per i periodi dal 1996 – con il sistema dell’aliquota percentuale invece che con il metodo della riserva matematica. 

Come impatta su quota 100

Diventa a questo punto possibile andare in pensione con quota 100 riscattando con il sistema contributivo una laurea conseguita prima del 1996. Naturalmente a condizione di accettare un assegno interamente calcolato con il sistema contributivo. La nuova interpretazione inoltre consente anche di fruire della nuova facoltà di riscatto agevolato della laurea prevista dal decreto del 2018 riducendo i costi del riscatto. (fonte Ansa)