Pensioni: con il “contratto di espansione”, scivolo di 5 anni per l’uscita anticipata (erano 7)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Giugno 2019 9:47 | Ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2019 9:48
Pensioni: con il "contratto di espansione", scivolo di 5 anni per l'uscita anticipata (erano 7)

Pensioni: con il “contratto di espansione”, scivolo di 5 anni per l’uscita anticipata (erano 7)

ROMA – Pensioni: si accorcia lo “scivolo” che consente il pensionamento anticipato nelle aziende più grandi. Un emendamento al decreto Crescita rinomina il provvedimento e ne stabilisce una durata di 5 anni al posto di 7. La novità vale come misura da sperimentare nel biennio 2019/20 con una prima dote finanziata con 70 milioni di euro.

Via dunque la solidarietà espansiva, al suo posto il ‘Contratto di espansione’: le commissioni Bilancio e Finanze della Camera hanno approvato un emendamento dei relatori che prevede per le grandi aziende con più di 1.000 lavoratori, all’interno di un processo di rinnovamento tecnologico, la possibilità di licenziare i più anziani dando loro in cambio uno scivolo – a carico delle imprese – fino a 5 anni dalla pensione (la proposta iniziale era uno scivolo di 7 anni). Le aziende potranno anche ridurre l’orario degli altri dipendenti e in cambio fare assunzioni. (fonte Ansa)