Pensioni, il ministro Bongiorno: “Norme ad hoc per gli statali. E concorsi sprint”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 ottobre 2018 12:55 | Ultimo aggiornamento: 26 ottobre 2018 12:55
Pensioni, il ministro Bongiorno: "Norme ad hoc per gli statali. E concorsi sprint"

Pensioni, il ministro Bongiorno: “Norme ad hoc per gli statali. E concorsi sprint”

ROMA – Per l’accesso alla pensione dei lavoratori pubblici “si farà una norma ad hoc” per garantire la continuità dell’azione amministrativa. Lo dice la ministra della Funzione pubblica Giulia Bongiorno ad Agorà su Rai3, sottolineando che si valuta la possibilità di dare un preavviso.”La PA – afferma secondo quanto riporta una nota della trasmissione – farà una norma ad hoc sulle pensioni: perché si deve garantire la continuità dell’azione amministrativa. Quindi nel momento in cui sarà scritta specificamente la norma della quota 100 si valuterà che tipo di convenienza avrà il dipendente a usufruirne”.

Si capisce che con la norma “quota 100” saranno tanti i prepensionamenti nella P.A., un numero che comporta problemi non indifferenti per la sostituzione dei dipendenti in uscita. Il Governo pensa a concorsi pubblici “sprint” per assumere nuovo personale per la pubblica amministrazione con una durata tra i tre e i quattro mesi. “Non permetterò – sottolinea il ministro Bongiorno a proposito del turn over che sarà necessario con l’uscita di molti dipendenti pubblici verso la pensione – che si svuotino gli uffici perché sto facendo una norma che si chiama concorsi sprint perché un concorso deve durare tre o quattro mesi, non può durare un anno e mezzo. Dopodiché anziché fare ogni Comune un concorso visto che chi entra nella Pubblica amministrazione entra per tutta la vita, sarebbe meglio fare dei concorsi unici con criteri omogenei”.