Poste Italiane confermata negli indici di sostenibilità Dow Jones Sustainability Index World e Europe

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Novembre 2020 15:18 | Ultimo aggiornamento: 14 Novembre 2020 15:18
Poste Italiane vince l'Oscar di Bilancio 2020 per le aziendi più trasparenti nella comunicazione finanziaria

Poste Italiane vince l’Oscar di Bilancio 2020 per le aziendi più trasparenti nella comunicazione finanziaria (nella foto Ansa, l’ad di Poste Matteo Del Fante)

Poste Italiane rafforza la propria leadership nella sostenibilità confermando la sua presenza all’interno dei prestigiosi indici di sostenibilità Dow Jones Sustainability Index World e Dow Jones Sustainability Index Europe.

Poste Italiane conferma la sua presenza all’interno del Dow Jones Sustainability World Index e del più selettivo Dow Jones Sustainability Europe Index. Tale traguardo assume particolare prestigio alla luce della partecipazione record da parte delle aziende e dell’adozione di criteri di valutazione economici, sociali e ambientali più severi e stringenti.

Il SAM Corporate Sustainability Assessment (CSA) di Standard & Poor’s Global è il principale punto di riferimento globale in materia di sostenibilità. Sulla base delle sue risultanze le aziende vengono selezionate per l’inclusione nei più prestigiosi indici di sostenibilità tra cui il Dow Jones Sustainability Index e lo S&P 500 ESG.

“Essere parte dei due più prestigiosi indici di sostenibilità a livello internazionale è un risultato che dà la misura della reputazione che oggi viene riconosciuta a Poste Italiane e della sua importanza come leva di competitività per affrontare e vincere le sfide di un mercato sempre più evoluto – ha osservato l’Amministratore Delegato Matteo Del Fante. Il successo ottenuto oggi, con un netto miglioramento della performance, è frutto del percorso pluriennale intrapreso dal Gruppo che ha portato ad integrare la sostenibilità a tutti i livelli aziendali, con l’obiettivo di creare valore condiviso per il Paese e per i nostri stakeholder.”

“La conferma della presenza all’interno degli autorevoli indici Dow Jones – ha commentato Giuseppe Lasco, Condirettore Generale di Poste Italiane – ci rende orgogliosi del lavoro svolto dalle nostre persone fino ad ora, e premia il continuo impegno dell’Azienda nella corretta gestione dei rischi e delle opportunità legate alle tematiche ambientali, sociali e di governance. Dare concretezza al concetto di sostenibilità, attraverso una strategia chiara e condivisa, assume particolare importanza soprattutto nel difficile contesto attuale caratterizzato dalla pandemia globale.”

Standard & Poor’s Global confronta le aziende di 61 settori attraverso questionari che valutano le performance di sostenibilità delle aziende in maniera complessiva. Il Dow Jones Sustainability World Index traccia la performance del top 10% delle 2.500 maggiori aziende quotate all’interno del S&P Global Broad Market Index, mentre Il Dow Jones Sustainability Europe Index traccia la performance del top 20% delle 600 maggiori del continente europeo.

Un commento sui risultati ottenuti da Poste Italiane è arrivato anche da Manjit Jus, Global Head of ESG Research and Data di S&P Global: “We congratulate Poste Italiane for being included in the DJSI World and DJSI Europe. A DJSI distinction is a reflection of being a sustainability leader in your industry. With a record number of companies participating in the 2020 Corporate Sustainability Assessment and more stringent rules for inclusion this year, this sets your company apart and rewards your continued commitment to people and planet.”