Poste Italiane, il mercato apprezza i conti. Politica del dividendo confermata e semestrale oltre le attese

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Luglio 2020 12:16 | Ultimo aggiornamento: 31 Luglio 2020 12:16
Poste Italiane, il mercato apprezza i conti. Politica del dividendo confermata e semestrale oltre le attese

Poste Italiane, il mercato apprezza i conti. Politica del dividendo confermata e semestrale oltre le attese (Nella foto l’a.d. Matteo Del Fante)

Poste Italiane conferma la politica dei dividendi e presenta risultati migliori delle attese nel secondo trimestre dell’anno nonostante le ricadute del Coronavirus.

Nel piano strategico del gruppo Poste Italiane, chiamato Deliver 2022, Poste si era impegnata ad aumentare il dividendo del 5% ogni anno fino al 2020.”Manteniamo invariata la nostra strategia di dividendo in vista dell’aggiornamento di Deliver 2022 previsto nel quarto trimestre”, ha detto in una nota l’AD Matteo Del Fante.

Anche il mercato apprezza i conti dopo la comunicazione dei risultati. A Piazza Affari il titolo ha sfiorato un rialzo del 3% già a metà mattinata, e gli analisti danno giudizi positivi. Per Equita Sim i numeri del gruppo sono superiori alle attese grazie al contributo della divisione financial services e insurance e Mediobanca Securities conferma rating outperform e tp di 11 euro per azione.

“Stiamo assistendo ad una ripresa sempre più consistente dei ricavi, siamo riusciti a preservare un bilancio solido e, come previsto, abbiamo pagato il dividendo 2019”, sottolinea ancora Matteo Del Fante, presentando i risultati del primo semestre 2010 chiusi, “nonostante la sfida Covid” sottolinea la società, con un utile netto pari a 546 milioni, in calo del 28,5% rispetto allo stesso periodo del 2019. Nel secondo trimestre l’utile netto è in calo del 26,2% a 239 milioni. L’azienda evidenzia la “performance di gruppo in recupero da giugno”.

I ricavi “impattati dal lockdown”.

 I ricavi nel primo semestre segnano una flessione del 7,9% a 5,1 miliardi; nel secondo trimestre -13,1% a 2,3 miliardi.

“Stiamo valutando ed implementando importanti iniziative di riduzione dei costi con l’obiettivo di preservare la redditività di lungo termine, con il secondo trimestre che già beneficia di alcune di queste azioni”, spiega Del Fante. E sottolinea: “I trend strategici di lungo termine, al centro del nostro piano Deliver 2022, sono stati confermati. Grazie al piano di trasformazione in corso siamo in grado di cogliere nuove opportunità di mercato”.

“Sono fiducioso – sottolinea l’a.d. di Poste Italiane – nella nostra capacità di guidare il cambiamento e creare valore per tutti i nostri stakeholder. Il duro lavoro quotidiano delle nostre persone e la resilienza che hanno dimostrato, stanno contribuendo materialmente alla graduale ripresa commerciale. Che prevediamo continuerà nella seconda metà dell’anno”.

Del Fante: “Resilienza confermata in sfida Covid”

“Il primo semestre dell’anno è stato un momento decisivo nella storia del Paese e dell’azienda. I benefici della diversificazione del business e della resilienza operativa sono stati confermati in un contesto sfidante”, rileva Matteo Del Fante.

Poste Italiane, indica l’a.d., “ha assicurato un servizio ininterrotto, supportando al contempo tutti gli stakeholder. L’ampia collaborazione con le istituzioni nazionali continua, con il nostro know-how operativo a supporto delle attività logistiche della Protezione Civile”.

I ricavi del semestre, aggiunge, “sono stati penalizzati dal forte calo della corrispondenza, mitigato dal record di pacchi B2C consegnati. Anche grazie al Joint Delivery Model pienamente completato e al nostro centro di smistamento automatizzato all’avanguardia di Bologna. I nostri canali di distribuzione, digitali e reti terze, hanno efficacemente integrato la rete fisica dei nostri uffici postali, sia durante la fase di lockdown che nella fase successiva”. Fonti (AGI, Ansa).