Economia

Ordini professionali, riforma entro la fine dell’anno. Alfano ottimista: “Fatto un passo importante”

alfano

Il ministro della Giustizia, Angelino Alfano

Prima che un testo definitivo approdi in Parlamento si dovrà aspettare la fine dell’anno ma la strada per una riforma degli ordini professionali sembra decisamente in discesa. Mercoledì 21 luglio, infatti, c’è stato al ministero della giustizia un incontro tra il ministro Angelino Alfano e 27 rappresentanti di altrettanti ordini. Nel vertice i 27 hanno presentato una proposta unitaria di riforma dai contenuti che sembrano essere piaciuti al guardasigilli.

Tra le novità del nuovo testo la richiesta della laurea o di un titolo di studio equivalente per accedere alla professione, la contemporaneità della pratica professionale e del percorso universitario per favorire l’ingresso dei giovani, il ripristino di tariffe minime per alcune prestazioni e l’obbligatorietà della copertura assicurativa.

Sul testo, nelle prossime settimane, lavoreranno i tecnici di Alfano, poi, a settembre nuovo incontro prima di presentare la riforma in Parlamento con i rappresentanti degli ordini. Alfano è comunque ottimista e ha parlato di “passo importante”. Quanto al rapporto tra professionisti e consumatori il ministro ha le idee chiare: “Con questa iniziativa vogliamo lanciare un messaggio chiaro: gli interessi degli ordini professionali e quelli dei consumatori non sono in competizione”.

To Top