P.A. paga i debiti con le imprese: 20 miliardi nel 2013, altri 20 nel 2014

Pubblicato il 21 Marzo 2013 15:06 | Ultimo aggiornamento: 21 Marzo 2013 15:06

Debiti Pa, arrivano i pagamenti verso le imprese

ROMA – C’è il piano per sbloccare i soldi che le imprese devono avere dalla Pubblica Amministrazione. Soldi che, secondo i piani del governo, arriveranno presto anche se non prestissimo. Una prima tranche di rimborsi, 20 miliardi circa, sarà nelle casse delle aziende nella seconda metà del 2013. La seconda metà, invece, arriverà nel 2014.

Ad annunciarlo, con un comunicato, è il Governo che spiega: “Le misure che il Governo intende adottare sono finalizzate all’immissione di liquidità nel sistema economico e interesseranno le Amministrazioni centrali, gli Enti del Servizio Sanitario Nazionale”. Tradotto uffici e Asl pagheranno i fornitori immettendo denaro fresco, ovvero ossigeno, in un sistema che annaspa proprio per la crisi di liquidità.

Come tutto questo succederà lo spiega il ministro dell’Economia Vittorio Grilli:  per arrivare al pagamento accelerato da parte della P.A. si passerà attraverso due stadi. Il primo, quello deciso dal consiglio dei ministri, una relazione al Parlamento ”di modifica dei saldi, per modificare gli obiettivi di finanza pubblica per creare gli spazi necessari per lo stadio due”.  Il secondo stadio sarà un decreto ”che determini le forme e modalità” attraverso cui farlo.

Lo sblocco dei fondi è stato chiesto più volte da Confindustria. Il 20 marzo il presidente Giorgio Squinzi ha parlato della possibile creazione di 250mila posti di lavoro in caso di pagamento rapido dei debiti alle imprese.