Quantitative easing. Visco (Banca d’Italia): “Vanno condivisi i rischi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Gennaio 2015 9:19 | Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio 2015 9:19
Quantitative easing. Visco (Banca d'Italia): "Vanno condivisi i rischi"

Quantitative easing. Visco (Banca d’Italia): “Vanno condivisi i rischi” (infografica Ansa Centimetri)

ROMA – “Dobbiamo condividere i rischi”, è quanto afferma il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco a Bloomberg Tv da Davos. Il piano, frutto del compromesso raggiunto da Mario Draghi per superare l’ostilità tedesca, prevede  in effetti che solo il 20% degli acquisti di asset pubblici o sovranazionali resteranno in capo alla Bce.

Visco sostiene che “il piano della Bce mostra determinazione” e conferma che all’interno del board ci sono state “discussioni su quando iniziare gli acquisti”. In ogni caso – ha spiegato – il Qe “funzionerà nella pratica”. Il Qe, deciso ieri dalla Bce, ha una “conclusione aperta”.

Visco, che ha sostenuto che gli obiettivi di inflazione europea siano lontani, ha ricordato che la Bce “opera con il compito di realizzare la stabilità dei prezzi”.  Il tasso del Btp a 10 anni tocca un nuovo minimo storico scivolando sotto la soglia dell’1,5%, all’1,492%, all’indomani del lancio del quantitative easing della Bce. Lo spread con il Bund si riduce a 107 punti base.