Redditi 2013, un italiano su due ha dichiarato sotto 15mila euro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Aprile 2015 18:24 | Ultimo aggiornamento: 2 Aprile 2015 19:08
Redditi italiani 2013, totale 811 miliardi. Il 30% da pensioni

Redditi italiani 2013, totale 811 miliardi. Il 30% da pensioni

ROMA – Nel 2013 gli italiani hanno dichiarato in totale un reddito di circa 811 miliardi. In media, quindi, il reddito degli italiani è di 20.070 euro: il 30% dipende dalla pensioni che sommate agli introiti da lavoro dipendente fanno l’82% del dichiarato.  Ma quasi un italiano su due, il 46%, ha un reddito al di sotto dei 15mila euro. Rispetto all’anno precedente sono aumentati sia il reddito totale (+0,6%), sia il reddito medio (+1,5%). Non per crescita, però. Secondo il Ministero dell’Economia che ha diffuso il dato l’aumento del reddito è determinato principalmente dalla crescita dei redditi da pensione (+2% il reddito totale).La regione in cui gli italiani sono in media più ricchi è la Lombardia con reddito medio di 23.680 euro.

Autonomi più ricchi di imprenditori. Sempre secondo il Mef I lavoratori autonomi hanno il reddito medio più elevato (35.660 euro), mentre il reddito medio dichiarato dagli imprenditori (ditte individuali) è pari a 17.650 euro. Il reddito medio dichiarato dai lavoratori dipendenti è pari a 20.600 euro, quello dei pensionati a 16.280 euro.

Quasi un italiano su due sotto i 15mila euro. Nella fascia di contribuenti fino a 15.000 euro si colloca il 46% degli italiani, che dichiara solo il 5% dell’Irpef. Tra i 15.000 e i 50.000 euro si posiziona il 49% (il 58% dell’Irpef), mentre solo il 5% dei dichiara più di 50.000 euro (37% dell’Irpef). I ‘Paperoni’, sopra 300mila euro sono 30.000 (lo 0,1% dei contribuenti)

Effetto Fornero: -168mila pensionati. Si sente l’effetto della riforma Monti-Fornero nelle dichiarazioni 2013: lo spiega il Mef. Si è infatti registrato un calo di 168.000 contribuenti che hanno dichiarato redditi da pensione.