Reddito di “assistenza”: il 60% degli assegni al Sud (un quinto della popolazione)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Novembre 2019 11:11 | Ultimo aggiornamento: 21 Novembre 2019 11:11
Reddito di "assistenza": il 60% degli assegni al Sud (un quinto della popolazione)

Al Caf per chiedere il reddito di cittadinanza (Ansa)

ROMA – Come volevasi dimostrare. Il reddito di cittadinanza rappresenta una misura meramente assistenziale destinata al Mezzogiorno. Che si mangia più di metà della torta (finanziata con una spesa che ci costa quasi mezzo miliardo di euro al mese). Il 60% degli assegni infatti finisce alle regioni del Sud. Dove vive un quinto degli abitanti della penisola. E dove più efficace e redditizia in termini di consenso è stata la propaganda 5 Stelle. Con l’illusione che lo Stato mantenga tutti. 

Quanto all’efficacia della misura in termini di incentivo alla ricerca di una nuova occupazione siamo al grado zero. O uno, se si preferisce. Su una platea di 750mila beneficiari che possono essere chiamati a lavorare, solo un terzo è stato convocato, meno di 100mila hanno svolto il colloquio. Conclusione: non più di 70mila hanno stipulato il patto per il lavoro, con i connessi obblighi di formazione. 

978mila percettori di reddito e pensione di cittadinanza

In particolare, sono 1,02 milioni le richieste che da quando la misura è operativa e fino alla fine di ottobre hanno ottenuto il semaforo verde, di cui però 43.917 decadute: al netto di queste, quindi sono quasi 978 mila (977.844 per l’esattezza) i nuclei familiari che percepiscono il Reddito (857.141) o la Pensione di cittadinanza (120.703). Le persone nel complesso coinvolte sono oltre 2,36 milioni, di cui più di 2,23 milioni dal Reddito.

In testa la Campania. Poi Sicilia e Puglia

In testa alla classifica regionale si conferma la Campania con 195.280 domande accolte, di cui 7.299 decadute; seguita dalla Sicilia con 176.871 richieste che hanno avuto l’ok, di cui 7.138 che hanno invece perso il diritto. Si piazzano poi la Puglia (93.835 ok, di cui 4.170 decadute), il Lazio (90.278 e 3.585) e la Lombardia (85.669 e 3.762).

L’importo medio mensile del Reddito è di 519,12 euro, mentre risulta di 216,38 euro quello della Pensione di cittadinanza (riconosciuta agli over 67). Guardando ad entrambe le misure, la media mensile scende a 481,12 euro. (fonte Ansa)