Reddito di cittadinanza, a rischio 400 milioni di copertura. Di Maio: “Recuperati senza gli stranieri da 5 anni”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 gennaio 2019 14:44 | Ultimo aggiornamento: 10 gennaio 2019 14:44
Reddito di cittadinanza, a rischio 400 milioni di copertura. Di Maio: "Recuperati senza gli stranieri da 5 anni"

Reddito di cittadinanza, a rischio 400 milioni di copertura. Di Maio: “Recuperati senza gli stranieri da 5 anni”

ROMA – Che succede al reddito di cittadinanza, le tensioni tra alleati (Tav, migranti, cui si aggiungono gli invalidi) hanno messo a rischio la misura manifesto dei 5 Stelle? Oggi Di Maio ha smentito che la dotazione finanziaria destinata al sussidio abbia perso sul campo 400 milioni di euro. Quello che è certo è che l’approvazione in Consiglio dei Ministri del decreto con reddito di cittadinanza e quota 100 è slittato alla prossima settimana.

Nonostante si sia concluso l’esame tecnico della bozza. Il vertice notturno di ieri tra Conte, Di Maio e Salvini è servito a ricucire, a stemperare le tensioni, a trovare l’intesa sul fatto che un’intesa vada trovata. “Senza fondi per le pensioni di invalidità non voteremo il reddito di cittadinanza”, aveva tuonato ieri Salvini da Varsavia

Il reddito di cittadinanza “non perde 400 milioni, anzi c’è un tesoretto di 400 milioni perché avendo alzato la soglia dei soggiornanti a 10 anni, abbiamo ridotto la platea degli stranieri e ci avanzano 400 milioni che redistribuiremo in pensioni di cittadinanza e di invalidità e nei centri di impiego”, ha dichiarato il vicepremier Luigi Di Maio a Radio anch’io.

Alla domanda se ci saranno più soldi per gli invalidi Di Maio risponde: “Sì, i soldi per gli invalidi ci sono, l’ho detto anche a Salvini, i 260.000 invalidi che fino ad oggi hanno un trattamento economico, avranno accesso al programma del reddito di cittadinanza senza doversi riqualificare per il lavoro e avranno una pensione a 780 euro se sono da soli, mentre se stanno in un nucleo familiare diamo 1.300 euro al suo nucleo famigliare e chi e’ in famiglia, per esempio la mamma, avrà la possibilità di stargli vicino senza dover cercare un lavoro”.