Reddito di cittadinanza, stop deroga Covid: dal 20 luglio chi non cerca lavoro perde il sussidio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Luglio 2020 13:11 | Ultimo aggiornamento: 22 Luglio 2020 13:13
Reddito di cittadinanza. dal 20 luglio chi non cerca lavoro perde il sussidio

Reddito di cittadinanza, dal 20 luglio tornano gli obblighi (Ansa)

Dal 20 luglio chi non cerca lavoro o comunque non rispetta gli obblighi legati al sussidio, perde il diritto al beneficio statale.

Parliamo ovviamente del reddito di cittadinanza: per 4 mesi infatti, causa coronavirus, due decreti avevano stabilito una deroga alle regole per ottenerlo.

Bisognava evitare cioè di provocare pericolosi assembramenti negli uffici di reclutamento e avviamento al lavoro.

Gli obblighi, sospesi prima dal decreto Cura Italia e poi dal decreto Rilancio, sono ripresi il 18 luglio (sabato), quindi in pratica da lunedì 20 luglio 2020.

Reddito di cittadinanza: tutti gli obblighi

Il reddito di cittadinanza non vale solo come aiuto economico per le persone in difficoltà economica, ma serve anche come incentivo e stimolo a trovare una nuova occupazione.

E per questo è subordinato a degli obblighi precisi.

Che contemplano, per esempio, la registrazione su MyAnpal, la piattaforma digitale per l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.

Bisogna dimostrare inoltre di svolgere ricerca attiva del lavoro.

I beneficiari devono accettare di essere avviato alle attività individuate nel Patto per il Lavoro.

E sostenere i colloqui psicoattitudinali e le eventuali prove di selezione finalizzate all’assunzione.

Infine, devono accettare almeno una delle tre offerte di lavoro definite congrue. (fonte Sole 24 Ore)