Reddito di cittadinanza, oltre un milione di domande. Campania in testa, seguono Sicilia e Lazio

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 maggio 2019 11:16 | Ultimo aggiornamento: 3 maggio 2019 11:16
Reddito di cittadinanza, oltre un milione di domande. Campania in testa, seguono Sicilia e Lazio

Reddito di cittadinanza, oltre un milione di domande. Campania in testa, seguono Sicilia e Lazio

ROMA – Sono più di un milione (1.016.977) le domande per il reddito di cittadinanza presentate al 30 aprile scorso. La regione da cui ne sono arrivate di più è la Campania con oltre 172 mila richieste, seguita dalla Sicilia con oltre 161 mila domande. Subito dopo, con circa 90 mila domande ciascuna si piazzano Lazio (93.048), Lombardia (90.296) e Puglia (90.008). Chiudono la classifica Friuli Venezia Giulia e Basilicata con circa 12mila richieste e ancora più in fondo il Trentino Alto Adige (3.695) e la Val d’Aosta (1.333). Lo comunica l’Inps sul proprio sito. 

Per quanto riguarda i canali a disposizione per la presentazione delle domande, i Caf risultano quelli più utilizzati, con 748.742 richieste, seguiti dalle Poste (209.605) e dai patronati (35.593).

“Al primo mese le domande per il Reddito di cittadinanza erano 800 mila. Si arriverà a 1,3 milioni, ci arriveremo entro l’anno. C’è un tasso di rifiuto del 20-25% ma ci sarà un risparmio di 800 milioni, al massimo 1 miliardo”, aveva detto due giorni fa il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, a Porta a Porta.

“Il Rei nei primi due mesi in vigore raggiunse tra le 82mila e 85mila domande; il Reddito di cittadinanza un milione e si aspettano altre 3-400 mila domande. Siamo gli ultimi in Europa ad aver attuato un provvedimento importante per la povertà, che è un problema complesso anche se l’abbiamo studiata per primi. Lo stato deve essere generoso con i poveri”, ha proseguito il presidente dell’Inps.

“Un terzo dei poveri beneficiari del reddito saranno attivabili è potranno dare un contributo, si innescherà un circolo positivo che potrebbe dare uno slancio a persone oggi completamente inattive. La povertà è diffusa su tutto il territorio nazionale. Nelle periferie delle grandi città si annida molta povertà. I poveri al sud hanno spesso una casa, a Milano no. Al sud le domande per il Reddito di cittadinanza sono state pari al 53%”, ha concluso Tridico. (Fonti: Ansa, Inps)