Reddito di cittadinanza, errata corrige nella Gazzetta Ufficiale: Inps rassicura, nessun problema

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 aprile 2019 13:24 | Ultimo aggiornamento: 5 aprile 2019 13:24
Reddito di cittadinanza, errata corrige nella Gazzetta Ufficiale: Inps rassicura, nessun problema

Reddito di cittadinanza, errata corrige nella Gazzetta Ufficiale: Inps rassicura, nessun problema

ROMA – Tra oggi e domani la Gazzetta Ufficiale farà uscire la versione corretta ed emendata del testo della legge che disciplina il reddito di cittadinanza: il testo pubblicato, infatti, contiene un errore nella parte relativa alla scala di equivalenza nella parte che riguarda i requisiti di accesso. Errore dovuto a una errata trascrizione durante l’iter parlamentare per accogliere le modifiche al testo. 

Per il reddito di cittadinanza non c’è “nessun problema sulle domande: l’Inps lavora su norma autentica e corretta”, ha chiarito il Ministero del lavoro in una nota, spiegando che “c’è stato un errore di trascrizione degli uffici parlamentari sull’emendamento approvato in commissione. E’ stato già trasmesso alla Gazzetta ufficiale il testo modificato”.

Il Ministero del lavoro “ribadisce anche che non c’è alcun problema sulle domande già presentate. La scala di equivalenza non è un elemento della domanda, ma è solo descritta, peraltro correttamente, a fini informativi”.

Il riferimento è ad un articolo di Repubblica, che rileva la presenza di un errore nella legge 26 che istituisce il reddito di cittadinanza, all’articolo in cui si fissa la scala di equivalenza per calcolare quanto spetta a ciascuna famiglia: “il testo – spiega il quotidiano – esclude dal sussidio i componenti maggiorenni diversi da chi ha fatto domanda di reddito. Riservandolo solo ai minorenni e ai disabili“. (fonte Ansa)