Regno Unito, il servizio ferroviario dell’East Coast sarà rinazionalizzato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 maggio 2018 6:56 | Ultimo aggiornamento: 17 maggio 2018 17:59
Regno Unito, il servizio ferroviario dell'East Coast sarà rinazionalizzato

Regno Unito, il servizio ferroviario dell’East Coast sarà rinazionalizzato

LONDRA – Non sempre le privatizzazioni funzionano e nel Regno Unito  [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,Ladyblitz – Apps on Google Play], il servizio ferroviario dell’East Coast sarà temporaneamente rinazionalizzato; una decisione del governo poiché Virgin e Stagecoach non sarebbero in grado di pagare i 3,3 miliardi di sterline promessi nel contratto.

Il servizio Londra-Edimburgo-Inverness sarà di nuovo sotto controllo pubblico e si chiamerà London and North Eastern Railway.
Il ministro dei Trasporti, Chris Grayling, ha dichiarato alla Camera dei Comuni che, dopo una valutazione “equilibrata” dei dipendenti pubblici, ha deciso di nominare “come ultima risorsa” un gruppo guidato dalla società Arup sotto il controllo del governo che provvederà al servizio, invece che consentire a Stagecoach e Virgin di continuare con nuove condizioni, scrive The Guardian.

Grayling ha dichiarato: “La linea ferroviaria continua a generare dei notevoli rendimenti per il governo. Non è in difficoltà … Tuttavia, Virgin e Stagecoach hanno sbagliato le loro offerte “.
Il ministro ombra dei Trasporti, Andy McDonald, ha sostenuto che è “assolutamente ridicolo” non fissare le offerte per Virgin-Stagecoach.

Ha accusato il governo di aver “cinicamente riprivatizzato” la linea alla vigilia delle elezioni del 2015, aggiungendo:”C’è stato un salvataggio dopo il salvataggio … Le compagnie ferroviarie vincono, i passeggeri e i contribuenti perdono”.
Lord Adonis, che ha rassegnato le dimissioni da presidente della National Infrastructure Commission per protestare contro quello che ha definito il salvataggio delle compagnie ferroviarie a spese dei contribuenti, ha detto che Grayling ha fatto la cosa giusta.
L’amministratore delegato della Stagecoach, Martin Griffiths, ha dichiarato che l’azienda è rimasta “sorpresa e delusa” dalla decisione. Negli ultimi tre anni, ha sostenuto, la Vtec ha “attirato più passeggeri, accresciuto gli investimenti, effettuato significativi pagamenti al contribuente per reinvestire nei servizi pubblici”.
Il crollo del marchio franchising segna per la terza volta, in 10 anni, che un operatore ferroviario privato non è riuscito a mandare a buon fine il contratto per la linea principale dell’East Coast,  rinazionalizzata tra il 2009 e il 2015.
I sindacati delle ferrovie hanno esortato Grayling a mantenere la linea sotto il controllo dello Stato. Il segretario generale della RMT, Mick Cash, ha dichiarato:”E’ la seconda volta che il governo invita il settore pubblico a lanciare un’operazione di salvataggio per l’East Coast. Invece che un accordo temporaneo, Chris Grayling dovrebbe ascoltare il suo staff, il pubblico e renderlo permanente”.