Usa. “Rinegoziare i mutui costa troppo”: Fannie Mae e Freddie Mac contro Obama

Pubblicato il 1 agosto 2012 0:19 | Ultimo aggiornamento: 1 agosto 2012 0:32
Barack Obama

Barack Obama (LaPresse)

NEW YORK – Il programma di riduzione dei mutui di Barack Obama non sarà attuato da Fannie Mae e Freddie Mac. I colossi americani del credito ipotecario sostengono che i benefici per la rinegoziazione dei mutui non sono sufficienti a coprire i costi di attuazione, come riporta la Federal Housing Finance Agency.

Oltre ad un problema di costi della rinegoziazione sembra che alcuni mutuatari potrebbero preferire il default per ottenere termini  migliori per il mutuo.

Uno schiaffo per l’amministrazione Obama ed il Dipartimento al Tesoro, che non nasconde la propria ”preoccupazione” per la ”continua opposizione dell’agenzia al piano che allevierebbe le difficoltà sul mercato immobiliare”.