La tua banca perde? Dal 2016 pagherai tu con gli azionisti

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 Settembre 2015 23:55 | Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2015 8:29
Salvataggio banche: dal 2016 pagano azionisti e correntisti

Salvataggio banche: dal 2016 pagano azionisti e correntisti

ROMA – Dal 2016 se una banca va in crisi a farsi carico del salvataggio saranno gli azionisti, poi gli obbligazionisti e infine i correntisti. Ma solo quelli con depositi superiori ai 100 mila euro. E’ quanto previsto dal decreto attuativo licenziato dal Consiglio dei ministri che recepisce la direttiva europea sul cosiddetto Bail-in, il sistema di risoluzione delle crisi bancarie.

A partire dal prossimo primo gennaio, quindi, qualora una banca dovesse entrare in crisi finanziaria, non ci sarà più necessariamente l’intervento dello Stato ma dovranno farsi carico delle perdite anche azionisti e obbligazionisti, garantendo comunque i depositi fino a 100 mila euro.

Nel caso in cui le perdite non venissero ripianate, allora è previsto l’intervento di un fondo di garanzia finanziato dalle banche stesse.