Cronaca Italia

Sanità: stop ai furbetti delle esenzioni, le Regioni dovranno scovarli

Tutte le persone che dichiarano dei redditi bassi per non pagare le prestazioni mediche e quindi i ticket, saranno individuate e cercate per impedire un certo tipo di speculazione. Il compito della “caccia” spetterà alle Regioni mentre i criteri ed i parametri delle operazioni di ricerca saranno forniti dalla Ragioneria di Stato.

Il Ragioniere generale dello Stato, Mario Canzio, ha firmato il decreto – il primo di questo genere – che fissa dal primo ottobre la data di entrata a regime della ricetta on line in Lombardia. I dati sulle prescrizioni saranno forniti in tempo reale consentendo uno stretto monitoraggio della regione.

Con questa nuova procedura le Regioni potranno così individuare i “furbetti delle esenzioni”, ovvero coloro che non pagano il ticket per le prestazioni mediche, in particolare le visite specialistiche. Una mossa che potrebbe, anzi dovrebbe, garantire un maggior introito in denaro dalle strutture sanitarie pubbliche.

To Top