Sarkozy: “L’Italia deve decidere. Per la ripresa occorre la tobin tax”

Pubblicato il 3 Novembre 2011 19:00 | Ultimo aggiornamento: 3 Novembre 2011 19:03

Nicolas Sarkozy (Foto LaPresse)

CANNES – “Il problema italiano è attuare le decisioni prese, occorre lavorare e stiamo lavorando con le autorità italiane, ci vuole un messaggio di credibilità”. Lo ha detto il presidente francese Nicolas Sarkozy alla conferenza stampa di chiusura dei lavori della prima giornata del G20. Sarkozy ha concluso indicando che a zona euro ”è decisa a fare fino in fondo il suo mestiere” per difendere la moneta unica e le sue regole.

Una tassa sulle transazioni finanziarie è “tecnicamente possibile, finanziariamente indispensabile, moralmente incontestabile” ha affermato ancora il presidente francese. ”Il presidente Silvio Berlusconi ci ha riferito i risultati della riunione del governo italiano. Ne abbiamo preso atto con interesse, ma anche lui sa che la questione non è il contenuto del pacchetto ma se sarà applicato”.

Sarkozy ha quindi spiegato che se l’euro dovesse esplodere, l’Europa si disintegrerebbe. E ha aggiunto, in merito alla Grecia: “Se il governo greco confermerà ufficialmente di voler cancellare il previsto referendum sul piano di salvataggio europeo la decisione di Atene sarà accolta con soddisfazione da tutti”.

“Ho fiducia nell’economia italiana”, ma adesso “la questione non è il contenuto del pacchetto” deciso dal governo, quanto la sua “applicazione”.