Sciopero delle bisarche, ferma la Fiat. Fismic: “Danno enorme”

Pubblicato il 23 Marzo 2012 16:00 | Ultimo aggiornamento: 23 Marzo 2012 16:29

TORINO – ”Un danno enorme all’industria dell’auto e soprattutto ai lavoratori. E’ quanto sta provocando lo sciopero a oltranza dei bisarchisti che ormai da piu’ di un mese, con spregio di ogni buon senso e di ogni regola sindacale e con il silenzio delle istituzioni, stanno mettendo in ginocchio l’intero settore causando fermate produttive in tutti gli stabilimenti”. Lo afferma il segretario generale della Fismic, Roberto Di Maulo.

”Si tratta di un’agitazione – osserva – che, per il suo protrarsi, e per le gravi conseguenze che sta provocando, e’ irresponsabile e odiosa perche’ si ripercuote soprattutto sui lavoratori del settore auto, costretti a lunghi periodi in cassa integrazione. Ci domandiamo come sia possibile protrarre un’agitazione per settimane intere, ci chiediamo quante e quali risorse economiche abbiano a disposizione questi bisarchisti se possono sostenere uno sciopero cosi’ lungo. Sono domande inquietanti ma non possiamo fare a meno di porcele. E’ ormai urgente che qualcuno intervenga per far cessare questa agitazione irresponsabile che di sindacale ormai non ha piu’ nulla”.