Sciopero delle bisarche. Fiat torna alla normalità in Europa da aprile

Pubblicato il 16 Maggio 2012 9:03 | Ultimo aggiornamento: 16 Maggio 2012 9:08

ROMA – ”Dopo il prolungato fermo italiano dei servizi di trasporto delle autovetture a mezzo bisarche di marzo, la situazione consegne sta tornando alla normalita”’. Lo evidenzia la Fiat a commento dei dati sulle immatricolazioni di auto in Europa ad aprile. ”Oltre al mercato nazionale, dove il Gruppo incrementa in aprile la quota di 2,1% punti percentuali attestandosi al 31,4%, buoni risultati – precisa – provengono anche da Regno Unito e dalla Spagna”. E ”Panda e 500 sono costantemente le vetture piu’ vendute del segmento A”.

”Nell’Europa dei 27 piu’ le nazioni aderenti all’EFTA – sottolinea Fiat – il Gruppo immatricola in aprile 75.500 vetture ottenendo una quota del 7,1%, in sensibile miglioramento rispetto al 5,4% registrato a marzo 2012. Continua anche la forte crescita di Jeep, che incrementa le vendite del 31,9% nel mese e del 51,7% nel quadrimestre. Bene anche Lancia/Chrysler, che aumenta i volumi dell’8,1% in aprile e dell’1% nel progressivo annuo”. In particolare nel Regno Unito i volumi di vendita crescono del 4,8% e la quota e’ al 3,4% (0,1 punti percentuali in piu’ rispetto ad aprile 2011), mentre in Spagna la quota passa al 3,7% dal 3,35 di un anno fa.    In aprile il marchio Fiat immatricola in Europa 54.500 vetture per una quota del 5,2%, in crescita di 1,3 punti percentuali nel confronto con marzo 2012. Nei primi quattro mesi dell’anno le registrazioni del brand sono quasi 209 mila e la quota e’ del 4,7%.

Fiat aumenta la quota nel mese in Italia (21,8%, +1,4 punti percentuali), nel Regno Unito (2,6%, +0,4 punti percentuali e volumi in crescita del 22,5%) e in Spagna (2,6%, +0,6 punti percentuali). ”Nonostante il calo del mercato penalizzi soprattutto il segmento delle city car, dove Fiat e’ particolarmente forte, Panda e 500 – rileva la nota – si confermano ancora una volta le vetture piu’ vendute del segmento A. Oltre 17 mila le Panda immatricolate in aprile per una quota del 17,8% del segmento. Alle sue spalle la 500, con 12.500 vendite e il 12,8% di quota. Bene anche Punto e Freemont, tra le top ten dei loro segmenti cosi’ come Qubo e Doblo’ lo sono tra i multispazio”.    Le vendite di Lancia/Chrysler sono in crescita anche nel primo quadrimestre dell’anno, con 36.600 auto (+1% sull’anno scorso) ed una la quota dello 0,8%.

”Il marchio – sottolinea il Lingotto – ottiene risultati di rilievo in tutte le principali nazioni europee. Oltre all’Italia (con una quota del 5,8%, in crescita rispetto all’anno scorso di 0,9 punti percentuali) Lancia/Chrysler in Germania aumenta i volumi dell’82,6%, in Francia del 120,5%, nel Regno Unito (dove lo scorso anno il brand era presente solo con Chrysler) addirittura del 1.105,6% e raggiunge lo 0,2% di quota. Bene anche in Spagna, dove migliora la quota di 0,1 punti percentuali e si attesta allo 0,3%.

Nel progressivo annuo sono 36 mila le Alfa Romeo vendute per una quota dello 0,8%. In Italia, dove il brand ottiene una quota del 3,4%, la Giulietta e’ stata ad aprile la vettura piu’ venduta tra le berline compatte, con oltre il 20% di quota.    Prosegue inoltre la forte crescita di Jeep in Europa che nel progressivo annuo immatricola 9.800 unita’, il 51,7% in piu’ nel confronto con il primo quadrimestre del 2011 e la quota e’ allo 0,2%. ”Risultati molto positivi in quasi tutti i mercati. Citando solo i principali: oltre all’exploit di vendite ottenuto in Germania (dove il brand aumenta le vendite del 165,2%), Jeep cresce dell’84,5% in Francia e del 7,6% in Spagna. Ammiraglia e modello di punta della Jeep e’ il Grand Cherokee: ad aprile le sue immatricolazioni sono aumentate del 482,4% rispetto allo stesso mese di un anno fa”.  Ferrari e Maserati, marchi di lusso del Gruppo Fiat, immatricolano complessivamente 434 vetture in aprile e 1.716 nel progressivo annuo.