Scudo fiscale, prorogata la scadenza per i capitali scudati

Pubblicato il 16 Febbraio 2012 8:39 | Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio 2012 10:12

ROMA – L’attesa proroga per la tassa straordinaria sui capitali scudati, introdotta con il decreto Salva-Italia e’ arrivata. Un allungamento dei termini era atteso con il decreto che doveva occuparsi delle semplificazioni fiscali. Troppo stretti i tempi per una normativa per la quale non c’erano neanche le indicazioni applicative.

Il 15 febbraio pero’, in ‘zona cesarini’, era arrivato proprio il provvedimento applicativo dell’Agenzia delle Entrate che dava le indicazioni agli intermediari e confermava la scadenza dei versamenti per il 16 febbraio. Ma tra gli addetti ai lavori era emerso che era praticamente un’operazione impossibile e a rischio c’era una quota non marginale delle entrate previste dalla manovra: oltre 2 miliardi di euro. Si e’ deciso dunque per un rinvio, che potrebbe rientrare nell’atteso decreto sulle semplificazioni fiscali che potrebbe a questo punto essere esaminato dal consiglio dei ministri venerdi’ 24 febbraio.

Il ministero dell’Economia questa sera, alla vigilia della scadenza, ha comunicato dunque che, ”in considerazione di obiettive difficolta’ operative rappresentate dagli intermediari finanziari tenuti al versamento dell’imposta relativa alle attivita’ oggetto di ‘scudo’ fiscale”, prevista dal decreto Salva-Italia, ”il termine gia’ fissato al 16 febbraio sara’ differito con il primo provvedimento legislativo utile. Con lo stesso provvedimento sara’ disposto che i versamenti non effettuati fino alla data di entrata in vigore della disposizione di proroga non configureranno violazione in materia di versamenti”. Si tratterebbe di un rinvio tecnico, di qualche settimana o un mese, e la normativa non dovrebbe cambiare.